E&S

Green solutions

 

Isolamento termico

 

Per isolamento termico (o coibentazione termica) si intende "tutti i sistemi e operazioni costituenti a ridurre lo scambio termico tra due ambienti diversi a temperature differenti".

L'isolamento termico, applicato a l'edilizia:

  • Durante il periodo invernale è volto a trattenere il calore all'interno degli edifici.
  • Durante il periodo estivo è volto ad impedire che la calura esterna si impossessi dell'ambiente interno.

L'isolamento termico di un determinato materiale è misurato dalla sua conducibilità termica ed ha come unità di misura il Lambda (λ). Se invece consideriamo un elemento costruttivo nel suo insieme parliamo del coefficiente totale di trasmissione termica (U)

Premessa importantissima

Prima di pensare a che tipo di calorifero adottare per la propria abitazione, sarebbe bene pensare al suo isolamento o a limitare perlomeno le dispersioni che alcune zone particolari di questa generano. Tanto per fare degli esempi, i serramenti, i loro contorni, le loro soglie e i cassonetti degli avvolgibili (zona critica per eccellenza). Perché si dovrebbe prestare grande attenzione all'isolamento? Perché il riscaldamento della nostra casa inizia proprio da lì, più sarà efficiente e più staremmo al caldo, limitando i futuri consumi di combustibili e RISPARMIANDO! Inoltre, contribuiamo nel nostro piccolo a limitare i danni all'ambiente!

Materiali isolanti

I materiali per isolamento termico possono essere classificati in base a:

  • Al tipo di materiale: minerale, vegetale, petrolchimica, animale
  • Alla natura del materiale: naturale, sintetico, organico, inorganico
  • Alla struttura del materiale: fibrosa, cellulare a celle chiuse, porosa.

Tipi di installazione

Le diverse tecniche progettuali si relazionano al materiale isolante impiegato a seconda che questo sia messo all'interno, in intercapedine o esterno.

Interno: Questa tecnica è impiegata soprattutto negli edifici esistenti, quando risulta difficoltoso trovare soluzione più semplici. Presenta problemi di elevato rischio di condensa interstiziale, che può essere ovviato tramite l'utilizzo di un'intercapedine. Le principali tipologie sono:

  • Con fissaggio, tramite l'uso di colla o di tasselli, direttamente sulla muratura.
  • Fissaggio su struttura di sostegno distanziata di qualche centimetro dallo strato di supporto sulla quale vengono inseriti i pannelli di materiale isolante che deve essere rigido.

Intercapedine: È la soluzione che prevede due strati di supporto separati da una camera d'aria che può essere piena, semipiena, o vuota. Con questa soluzione all'isolamento dovuto al materiale isolante, si aggiunge anche quello degli strati di supporto e/o della camera d'aria. È la soluzione storicamente più usata in Italia; oltre all'isolamento termico presenta anche un buon isolamento acustico.

Esterno: L'isolamento esterno, comunemente detto "a cappotto", prevede che il materiale isolante venga messo esternamente allo strato di supporto e protetto da un rivestimento, che può essere una malta, oppure un controplaccaggio. I pannelli possono essere fissati alla parete tramite l'uso di colle, di tasselli o di entrambi.

 

X te Privato, scopri come risparmiare! Clicca qui.
X te Pro, scopri come risparmiare! Clicca qui.
X te Azienda, scopri come risparmiare! Clicca qui.
X te P. A., scopri come risparmiare! Clicca qui.